Spasticità post-ictus

Cos’è la spasticità?

La spasticità è una forma di disordine del movimento ed è definita come un’iperattività involontaria dei muscoli, generalmente attribuibile a lesioni del sistema nervoso centrale.

Cos’è la spasticità post-ictus?

E’ la forma di spasticità che può svilupparsi in pazienti che hanno avuto un ictus e può manifestarsi in quanto le cellule cerebrali di una parte del cervello coinvolte nel movimento sono morte a causa della mancanza di ossigeno e di nutrienti. La spasticità può, in questo caso, svilupparsi in diverse aree del corpo (mani, polsi, braccia, gambe) e, come risultato, quelle aree coinvolte nel movimento non funzionano più in maniera adeguata. I pazienti hanno rigidità dei muscoli, dolore da spasmo muscolare e contrazioni muscolari involontarie che possono impedire lo svolgimento di normali attività quotidiane come fare il bagno, lavarsi e vestirsi. Possono, inoltre, manifestare difficoltà nel camminare, nel mantenere i piedi in posizione corretta o le braccia staccate dal resto del corpo.

Come viene trattata la spasticità post –ictus?

  • I trattamenti includono sia un programma di riabilitazione sia terapie farmacologiche. Tra i diversi tipi di trattamento che un paziente può ricevere, vi sono:
  • la terapia farmacologica per uso orale, per lenire gli effetti sul corpo;
  • le infiltrazioni di farmaci che agiscono a livello muscolare;
  • la riabilitazione, che aiuta a migliorare i movimenti e il riposizionamento di gambe e braccia;
  • le terapie farmacologiche intra-spinali;
  • la chirurgia che aiuta a lenire il dolore e aumenta le possibilità di movimento dei muscoli.