Iperidrosi ascellare

Cos’è l’iperidrosi?

L’iperidrosi è una patologia che porta a sudare in quantità superiore a quanto normalmente richiesto per mantenere costante la temperatura corporea. I pazienti con iperidrosi producono quantità di sudore che possono causare loro imbarazzo a livello sociale o interferire con le attività giornaliere. Le persone con iperidrosi possono avere la necessità di cambiarsi i vestiti diverse volte al giorno, si possono vestire solo di determinati colori per evitare macchie di sudore o possono dover modificare la propria vita lavorativa per evitare di parlare o di fare presentazioni in pubblico. Si stima che circa il 3% della popolazione presenti questa patologia.

Cos’è l’iperidrosi ascellare?

E’ la forma di iperidrosi più comune e si manifesta attraverso eccessiva sudorazione alle ascelle.

Come si tratta l’iperidrosi ascellare?

Il cloruro di alluminio è l’ingrediente attivo di alcuni tipi di roll-on o spray anti-traspiranti. Gli effetti sono temporanei (circa 48 ore).

La ionoforesi è il passaggio di una debole corrente elettrica in un bagno di acqua. L’area colpita dal sudore è immersa nell’acqua e particelle cariche elettricamente controllano l’attività delle ghiandole sudoripare. L’efficacia può durare 3-4 giorni e può prolungarsi per uso ripetuto.

Vi sono, poi,  diversi altri trattamenti: alcuni coinvolgono l’intero sistema nervoso del corpo e danno effetti collaterali come bocca secca, debolezza e costipazione che possono creare fastidio.  Nei casi in cui il sudore aumenta a causa di stress o ansia, possono essere somministrati altri farmaci (come i beta bloccanti) con effetti collaterali meno fastidiosi.

Iniezioni di tossina botulinica sottocutanea hanno dimostrato di essere un efficace trattamento per l’iperidrosi ascellare.

Infine, la chirurgia può fornire una soluzione permanente, ma gli effetti collaterali possono essere seri. Solitamente, il ricorso alla chirurgia viene considerato quando altri metodi di trattamento hanno fallito.