Mastoplastica additiva

Le donne decidono di sottoporsi a un intervento chirurgico di mastoplastica additiva per ragioni personali differenti: rimodellare il seno, ingrandirlo, ripristinarne l’aspetto dopo una gravidanza o equilibrare una differenza nella forma o nelle dimensioni.

Per le diverse esigenze di ogni donna, oggi è disponibile in commercio un’ampia varietà di protesi mammarie.

Sottoporsi ad un intervento di mastoplastica additiva è una decisione molto personale e anche i benefici che ne deriveranno saranno assolutamente personali. Vi sono diversi fattori che influiscono sulla soddisfazione e potrebbero non essere gli stessi per tutte le donne.

Dove viene posizionata la protesi?

Le mammelle sono costituite essenzialmente da tessuto adiposo e tessuto ghiandolare ricoperti dalla cute. Dietro le mammelle si trova il muscolo grande pettorale.

Per la mastoplastica additiva, la protesi mammaria può essere posizionata parzialmente sotto oppure sopra questo muscolo, a seconda dello spessore del tessuto mammario e della sua capacità di ricoprire adeguatamente la protesi impiantata. E’ il tessuto adiposo che conferisce alla mammella la consistenza morbida al tatto e che ne determina la forma, a sua volta influenzata anche dal grado di elasticità della pelle.