Helicobacter pylori (H. pylori)

COS’È L’H. PYLORI

Helicobacter pylori (H. pylori) è un batterio a forma di spirale che si trova nello stomaco e nel duodeno (sezione dell’intestino appena sotto allo stomaco)iSi tratta di un batterio la cui presenza è stata rilevata negli esseri umani da molti anni e circa la metà della popolazione mondiale ne è portatriceii.  Tuttavia, l’infezione di solito non causa una patologia nelle persone infetteiii.

La forma a spirale, caratteristica del batterio gli consente di penetrare nel rivestimento dello stomaco, stimolando la secrezione delle sostanze gastriche che danneggiano la mucosa.2,iv Il batterio può anche interferire con le risposte immunitarie locali dell’organismo, rendendole inefficaci per la sua eradicazione.2 Negli esseri umani la trasmissione del batterio H. pylori avviene generalmente per via orale o oro-fecale.2

La World Health Organization ha classificato l’H. pylori come agente cancerogeno di primo gruppo nel 1994 e ha riconfermato la sua classificazione nel 2009.v

PATOLOGIE CORRELATE

La colonizzazione dell’H. pylori è clinicamente significativa data la sua associazione con patologie dello stomaco e dell'intestino tenue.vi L’infezione da H. pylori può provocare gastrite, ulcere peptiche e causare un aumento del rischio di sviluppare un tumore gastrico e il linfoma MALT (tessuto linfoide associato alle mucose).vii

Ulcera peptica
Circa il dieci per cento delle persone infettate dall’H. pylori sviluppa un’ulcera peptica.2 Le ulcere peptiche sono piaghe o fori nel rivestimento dello stomaco o del duodeno e nove ulcere su dieci sono provocate dall’H. pylori.viii Il sintomo più comune dell’ulcera è il dolore addominale mentre tra i sintomi meno comuni ci sono nausea, vomito o perdita dell’appetito. Le ulcere possono talvolta sanguinare e se l’emorragia continua per un lungo periodo di tempo, può causare anemia con debolezza e stanchezza. Se il sanguinamento è consistente, può comparire sangue nel vomito o nelle feci8

Tumore gastrico
L’infezione da H. pylori è la principale causa identificata del tumore gastrico.3E’ la terza causa più comune di morte per tumore nel mondo e un serio problema di sanità pubblica.5 L’infezione cronica da H. pylori può causare tumore gastrico e ulcere peptiche, e si stima che queste due patologie, insieme, provochino 1 milione di morti ogni anno in tutto il mondo.5 Studi epidemiologici hanno dimostrato che gli individui infettati dall’H. pylori presentano un aumento del rischio di sviluppare un tumore gastrico.9

IMPATTO DELL’H. PYLORI A LIVELLO MONDIALE

La World Health Organization stima che il 78% di tutti i casi di tumore gastrico siano attribuibili all’infezione da H. pylori.5 L’infezione da H. pylori è un problema sostanziale di salute pubblica che interessa il 20-50% delle persone nei paesi a più alto reddito e fino all’80% nei paesi a reddito medio e basso.5

Nonostante una stimata riduzione del numero dei casi, si prevede che, in futuro, l’impatto mondiale del tumore gastrico aumenti con l’aumentare del numero e dell’età media della popolazione mondiale.5 Pertanto, il controllo dell’infezione da H. pylori, mediante eradicazione o immunizzazione, avrà una grande importanza, in prospettiva, nella prevenzione del tumore gastrico.4

DIAGNOSI

Per eseguire la diagnosi dell’H. pylori esistono diversi test; la scelta dipende dalla disponibilità e dal costo.  Ulteriori fattori che contribuiscono a decidere quale esame utilizzare sono: condizione clinica del paziente, prevalenza dell’infezione nella popolazione, probabilità dell’infezione prima di eseguire il test e uso da parte del paziente del trattamento anti-secretore e degli antibiotici.ix

Test del respiro (Urea Breath Test)
Le linee guida Maastricht IV hanno dichiarato che l’urea breath test (UBT) che usa l’urea 13C rimane l’esame migliore per eseguire la diagnosi dell’infezione da H. pylori.x,xi Il test ha un’accuratezza elevata per la diagnosi iniziale e per l’eradicazione ed è semplice da eseguire.11,xii L’urea breath test identifica l’infezione attiva da H. pylori mediante l’attività dell’ureasi del batterio.xiii  L’UBT si basa principalmente sull’idrolisi da parte dell’H. pylori di urea somministrata per via orale con produzione di anidride carbonica che passa attraverso il flusso sanguigno ed è poi escreta dai polmoni e rilevata in campioni di aria espirata.13

Test sierologico
Anche le analisi sierologiche sono comunemente utilizzate come metodo non invasivo per diagnosticare l’infezione da H. pylori.12 I test valutano anticorpi specifici dell’H. pylori per determinare se un soggetto è stato infettato dal batterio.7

Test dell'antigene fecale
Il test dell’antigene fecale è considerato equivalente all’UBT11 e utilizzato per identificare gli antigeni batterici nelle feci.14

Endoscopia
Un’endoscopia del tratto digestivo superiore può essere presa in considerazione se i pazienti sono stati sottoposti a trattamenti che possono eradicare l’H. pylori.14 Si raccolgono e si testano campioni della biopsia dello stomaco e del duodeno su cui si può eseguire un test rapido all’ureasi, istologia e coltura.7

TRATTAMENTO DELL’H. PYLORI

Il trattamento può consistere in una terapia di durata variabile da sette a quattordici giorni6 con una combinazione di antibiotici in associazione con un inibitore di pompa protonica (PPI) o con antagonisti dell’istamina (H2) che servono a migliorare i sintomi dell’ulcera e a curare l’infiammazione della mucosa gastrica.7 Le terapie disponibili sono: 

Triplice terapia a base di claritromicina
La triplice terapia che comprende PPI, claritromicina e amoxicillina o metronidazolo, proposta alla prima conferenza di Maastricht, è diventata il trattamentostandard.12

Terapia sequenziale
La terapia sequenziale è una cura di dieci giorni con PPI più amoxicillina: un periodo di cinque giorni con amoxicillina e PPI, seguito da un periodo di cinque giorni con PPI più claritromicina e metronidazolo (o tinidazolo).12

Terapia concomitante
La terapia quadruplice non a base di bismuto è indicata come terapia concomitante e prevede l’utilizzo di PPI e tre antibiotici.12

Quadruplice terapia a base di bismuto
Terapia quadruplice a base di bismuto, metronidazolo e tetraciclina più un PPI per sette-dieci giorni.12 Poiché la resistenza agli antibiotici sta diventando un problema crescente, si deve riflettere con attenzione quando si sceglie uno dei trattamenti.14 Rimane una priorità la ricerca di terapie sempre migliori per la gestione delle patologie gastriche.5

Riferimenti bibliografici 
1. Prima della diagnosi di IBS, escludere i seguenti segnali: inizio dei sintomi in età superiore a 50 anni; presenza di sangue nelle feci; dimagrimento improvviso e repentino; familiarità per malattie infiammatorie intestinali; modificazioni di alcuni semplici esami come emocromo, VES; presenza di anemia.  
i. What is Helicobacter pylori. The Helicobacter Foundation. Available at: http://www.helico.com/whatishelicobacterpylori.html Last accessed December 2015
ii. Healthline. H. Pylori Infection. Available at: http://www.healthline.com/health/helicobacter-pylori#Overview1. Ultimo accesso: Dicembre 2015
iii. Helicobacter pylori and Cancer. National Cancer Institute. Available at: http://www.cancer.gov/about-cancer/causes-prevention/risk/infectious-agents/h-pylori-fact-sheet#r6. Ultimo accesso: Dicembre 2015
iv. Nagini Carcinoma of the stomach: A review of epidemiology, pathogenesis, molecular genetics and chemoprevention. World J Gastrointest Oncol 2012 15; 4(7): 156-169
v. Helicobacter pylori eradication as a strategy for preventing gastric cancer, IARC working group report, International Agency for Research, World Health Organization, 2014. Volume eight.
vi. Fock KM et al, Second Asia-Pacific Conference (2009). Second Asia-Pacific Consensus Guidelines for Helicobacter pylori infection. J Gastroenterol Hepatol 2009; 24(10): 1587-600
vii. Helicobacter pylori and Peptic Ulcer Disease: the Key to Cure. Centers for Disease Control and Prevention Website, Division of Bacterial Diseases. Available at: http://www.cdc.gov/ulcer/keytocure.htm Last accessed December 2015
viii. Helicobacter pylori and Peptic Ulcer Disease. Centers for Disease Control and Prevention Website, Division of Bacterial Diseases. Available at: http://www.cdc.gov/ulcer/consumer.htm Last accessed December 2015
ix. Hunt Helicobacter Pylori in Developing Countries. World Gastroenterology Organisation Global Guideline. J Gastrointestin Liver Dis 2011; 20(3): 299-304
x. Ozaydin AN. The Geographic Variance of Helicobacter pylori infection in Europe and its impact on the incidence of gastric cancer. EMJ Gastroenterology. 2014; 3: 94-102
xi. Malfertheiner et al. European Helicobacter Study Group (2012). Management of Helicobacter pylori infection–the Maastricht IV/Florence Consensus Report. Gut 2012; 61(5): 646-64
xii. Gisbert J.P. et al. Review article: 13C-urea breath test in the diagnosis of Helicobacter pylori infection – a critical review. Aliment Pharmacol Ther 2004; 20: 1001-1017
xiii. Chey W et al. American College of Gastroenterology Guideline on the Management of Helicobacter pylori Infection. Am J Gastroenterol 2007; 102: 1808-1825